Archivi tag: ispirazioni

Il Libro Magico che cambia con la fantasia

Un’avventura da vivere con la mamma o con il papa’
Una favola in cui i bambini ritrovano se stessi e le persone che amano:

non solo genitori e fratelli, ma anche nonni, zii e amici.

Un libro che cambia in base a quello che più stimola la loro fantasia:

che sia un palazzo, una nave pirata o la preistoria, lo ritroveranno nel loro Libro Magico.

Un regalo unico completamente personalizzato per tutta la famiglia a partire da soli 16.9€

una Perla romana nel cuore della Germania

Una tra mete sempre gradite nei nostri viaggi è sicuramente Treviri.

Interessante Cittá universitaria dichiarata sito Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1986, Treviri fu fondata dai romani nel 16 sec a.C.  e conserva tuttora i monumenti romani piú belli e meglio conservati di tutta la Germania. Situata nella valle della Mosella oltre ad offrire bellezze architettoniche e culturali, regala agli amanti del vino la possibilità di degustare la vasta produzione di Riesling e una “full immersion” nella cultura tedesca visitando le numerose cantine immerse in verdeggianti paesaggi.

Per chi invece in alternativa preferisce la Birra si puó divertire visitando alcuni Birrifici artigianali molto interessanti con la possibilita´di pernottare e degustare cibi prelibati.

Tra i tanti vi consiglio sicuramente il  Blesius Garten 

Galleria immagini di questa struttura

Situato in una casa padronale ristrutturata, questo hotel ospita un piccolo birrificio. Le camere sono accoglienti e curate in ogni dettaglio,

la colazione a buffet varia e abbondante, accontenta tutte le richieste, dal gluten frei al vegano, come anche il ristorante raffinato.

In alternativa il “Kneipe” o Pub offre una vasta scelta di Birre da degustare, accompagnate ai piatti tipici tradizionali della cucina tedesca.

Michiko Pänke-Ikeda

Gli incontri casuali lasciano spesso tracce indimenticabili, soprattutto se accompagnati dallo spirito di andare oltre l’esteriorità, spinti dal desiderio di aprire la nostra mente e lasciarsi sorprendere dalla storia che si racconta a noi.
Adoro gli esseri umani, mi affascinano le storie, le diversità e quando riesco ad andare oltre ai miei blocchi mentali e gli stereotipi la mia vita si colora con nuove tonalità.

 

Michiko Pänke-Ikeda

Mein Name ist Michiko Pänke-Ikeda, geboren 1979 in Hamburg, lebe Momentan in Frankfurt.Es ist eine Mischtechnik, die ich anwende. Ich benutze als Basis Acrylfarben, kombiniert mit verschiedenen Zeichen- und Malmaterialien. Ich habe eine Schwäche für Linien, Striche und Formen wie Kreise und Punkte – und deren Zusammenspiel auf bunten Flächen.Als Motiv bevorzuge ich lebende Wesen, Vögel, Fische, Menschen in interessanten Kleidungen und beschäftige mich mit der Neu-Interpretation ihrer Oberfläche. Die Bilder sollen ohne Erklärung auf den Betrachter wirken. Und ohne viele Worte sollen die Bilder den Betrachter erfreuen können und starke Gefühle wie Freude, Glück und Zufriedenheit wecken.

Mi chiamo MIchiko Pänke-Ikeda, sono nata ad Amburgo il 1979 e vivo attualmente a Francoforte.

Nei miei lavori uso una base di colori acrilici combinati con vari materiali di pittura e disegno. Ho un debole per linee, tratti e forme quali cerchi e punti, e la loro interazione su superfici colorate.

Come motivo preferisco gli esseri viventi, uccelli, pesci, persone con vestiti in modo interessante con i quali creo nuove interpretazioni dell’aspetto

I miei lavori dovrebbero essere osservati senza molte spiegazioni o parole e risvegliare forti senzazioni di gioia, felicità e contentezza

 

 

senza aggiungere altro vi presento alcuni dei suoi interessanti lavori e vi consiglio di visitare il sito

 di Grafik-Design.

 



Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Le Fattorie per ragazzi……JUFA

 

 

OGNI VOLTA CHE UN BAMBINO

SIEDE DAVANTI UNO SMARTPHONE,

 SU UN ALBERO MUORE UN’AVVENTURA!

Anonimo

“I bambini hanno bisogno di avventura”
Thomas Lang

Mi ritornano in mente pomeriggi interi nel boschetto davanti casa a costruire capanne, ad immaginarsi avventure nella giungla profonda, a inventarsi esplorazioni alla ricerca di specie animali fino ad allora sconosciute, a pensare come sopravvivere nella foresta senza adulti.

Quando MIO figlio in eta’ prescolare in collaborazione con l’asilo ha cominciato una volta alla settimana a visitare e frequentare una Fattoria per ragazzi sono rimasta folgorata e tutti questi bei ricordi sono riemersi vividi.

Affascinata da quello che vedevo ho voluto approfondire che tipo di idea aveva contribuito alla creazione di queste fattorie e mi sono messa in contatto con il direttore della Fattoria, per scoprire tra l’altro che il Sig Thomas Lang laureato in pedagogia e’ anche docente all’Accademia professionale e presidente della Lega tedesca delle Fattorie per ragazzi e dei parchi di gioco attivo, il quale e’ stato ben felice di passarmi del materiale per poter approffondire l’argomento.

“Per crescere, per acquisire un’identita’, bambini e bambine hanno bisogno di avventurarsi nel mondo con esperienze che coinvolgono tutti i loro sensi. Ma in una societa’ dominata dall’avventura passiva, cioe’ televisiva, consumistica, computerizzata, questa fase delicata del loro sviluppo rischia di perdersi. Lasciando dietro di sé una gioventù debole, insicura, aggressiva.”

Lang spiega nel suo libro il concetto che sta alla base delle fattorie per ragazzi.

Per i bambini in etá prescolare e´ fondamentale l´esperienza di SÉ intensa e diretta vissuta con tutti gli organi di senso. Ció creerà l’effetto di sviluppare la loro autostima e il senso del proprio valore, li renderà più forti e capaci di vivere il periodo della pubertà con padronanza di sé e autocoscienza.

Ma che tipo di Avventura possono essere considerate giuste per i nostri bambini?

Sicuramente l’avventura legata ai quattro elementi di Terra Fuoco Acqua Aria, forze principali di tutti i processi, dei quali ci ricordiamo sono in occasione di grandi catastrofi, sono aspetti primordiali che ci appartengono e che non a caso affascinano molto i bambini.

Lang propone come altra avventura quella legata alle quattro stagioni. Ogni stagione possiede il fascino dell’avventura, con il loro avvicendarsi i bambini percepiscono il ritmo della natura, trovano dei punti di riferimento e sicurezza contribuendo ad un miglior rapporto con il tempo. I bambini diventano consapevoli dei ritmi e i cicli naturali e quindi che l’inverno e l’invecchiamento sono necessari a permettere una nuova vita.

Ma andiamo per ordine….

Le Fattorie dei Giovani sono una realtà diffusa sopratutto nel sud della Germania con un totale di circa 500/600 fattorie in tutto il paese.

IMMAGINATEVI nelle immediate vicinanze di quartieri residenziali, un terreno di circa un ettaro, raggiungibile facilmente attraverso piste ciclabili.

IMMAGINATEVI un ampio spiazzo dove poter permettere la costruzione di capanne e casette per ragazzi.

IMMAGINATEVI una serie di vecchie stufe a legna posizionate in cerchio dove i ragazzi accendono il fuoco e si preparano, con una patata portata da casa, delle croccanti patatine fritte.

IMMAGINATEVI un posto dove fare il fuoco e dove i ragazzi si possono cuocere l´impasto del pane su una pietra o arrotolato su un pezzo di legno.

IMMAGINATEVI un piccolo stagno, nel quale i bambini possono giocare, e un orticello dove con l’aiuto degli educatori i bambini possono seminare piante e verdure.

IMMAGINATEVI delle piccole officine dove i ragazzi possono lavorare con diversi materiali come il LEGNO, la CRETA, il METALLO e altro ancora.

IMMAGINATEVI come in ogni Fattoria stalle per diversi animali come cavalli, pony, asini, conigli, galline, capre, pecore. Gli animali vengono accuditi e alimentati, i ragazzi possono cavalcare, portare a spasso le pecore e partecipare alle attivita’ legate alla vita della Fattoria; le pecore vengono tosate, la lana lavata, cardata e filata o feltrata, e usata successivamente nei laboratori creativi con i ragazzi. Le uova vengono raccolte nei pollai e poi usate per infornare deliziose torte.

I bambini in questo modo sperimentano naturalmente  grazie al rapporto diretto  con gli animali l’eterno ciclo di vita e morte e sviluppano con loro relazioni di rispetto e consapevolezza.

IMMAGINATEVI che queste fattorie esistano gia´ e che  i vostri bambini possono vivere li delle fantastiche avventure!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Punto Giorno o Giornino

Nato anticamente come un “punto utile” il punto Giorno o Giornino e’un punto usato per fissare l’orlo di un tessuto ed evitare che si sfilacci.

Questo tipo di ricamo presuppone la sfilatura del tessuto nella trama o nell´ordito creando un effetto trasparenza e una traccia precisa da seguire. Dal tipo di sfilatura fatta sul tessuto con il punto giorno semplice e annodato si possono ottenere disegni piu’o meno complessi.

In questo video vi mostriamo un esempio di come si esegue questo punto utilissimo a dare una nota speciale ai vostri lavori.

Alla caccia delle uova pasquali.

Salta di qua, salta di là cosa mai nasconderà il coniglietto Pasqualino che si diverte in giardino? Sotto gli alberi e fra i cespugli quanti strani bei garbugli! Strizza l’occhio, fa un inchino che simpatico, che carino! Poi, muovendo le sue orecchie, di carote ne mangia parecchie. Or i bimbi assai curiosi corrono allegri e gioiosi e formando un girotondo, grande come questo mondo, han trovato una sorpresa per la Festa tanto attesa. Tu lo sai che cosa è? Un ovetto di Pasqua tutto per te!Fiorella FiorenzoniQuesta filastrocca di Fiorella Fiorenzoni mi ricorda piacevoli momenti quando da bambina prima della pasqua ci divertivamo a colorare e decorare le uova pasquali.Nei paesi nordici é ancora usanza che i bambini vadano alla ricerca delle uova colorate che il Coniglietto dispettoso ha nascosto nei giardini.
Con Mio Figlio non abbiamo perso quest´occasione per divertirci un po´con colori e creativita´.Esistono in commercio colori naturali che si possono usare anche con gli alimenti
noi abbiamo scelto questo

Nel Kit troverete i colori da diluire in acqua, dei pezzi di cera e uno schiarente per correggere i colori.Si procede cosi:
fate cuocere le uova e lasciatele raffreddare..
un trucco per evitare che le uova si rompano durante la cottura é quello di fargli un forellino con un´ago.

nel frattempo diluite i colori con 250ml di acqua e preparate una tazza con la soluzione schiarente.
potete procedere immergendo le uova in un colore…. piú a lungo le lascerete piú aumenterá l’intensitá

successivamente con i gessetti di cera divertitevi a creare dei motivi a piacere ……
e rituffate le uova in un altro colore e cosí di seguito fino ad ottenere l’effetto desiderato….

una variante ai colori diluiti sono dei piccoli “pennarelli” giá pronti per colorare direttamente sulle uova…. ma devo dire che la prima versione é sicuramente la piú divertente.

CONIGLIETTO SIAMO PRONTI !!!!! BUONA PASQUA A TUTTI!!!

il mio augurio

Non voglio augurare un “BUON 2017!”
……….perchè non sarebbe abbastanza.Vi auguro che la vita vi regali sempre il meglio.
Vi auguro la fiducia per andare sempre avanti qualsiasi cosa accada.
Vi auguro la gratitudine in grado di abbattere i muri della lamentela.
Vi auguro la forza vitale necessaria ad affrontare le tempeste che incontrerete nella vita.
Vi auguro la speranza.
Vi auguro la creatività per trasformare ciò che vi affligge in occasione per una grande crescita.
Vi auguro di assaporare la gioia profonda che esiste già nella vostra vita.
Vi auguro di circondarvi di “Esseri umani”.
Vi auguro di essere felici senza necessariamente dover diventare qualcun’altro o raggiungere chissà quale obiettivo.
Vi auguro di essere imperfetti, pieni di dubbi ma con un meraviglioso sorriso.
Vi auguro tutto questo e altro ancora cari amici…..

 

idee natalizie ….. con filo e filo

L’idea di oggi per il nostro calendario dell’avvento ripropone l’utilizzo del fil di ferro questa volta … rivestito.

Idea semplice e veloce con un risultato d’effetto.

prendete del comunissimo fil di ferro….
…. e un altrettanto comunissimo filo, nel MIO caso ho usato un filo recuperato da un vecchio scialle della nonna….
…..e cominciate ad avvolgere il filo intorno al fil di ferro….

….quando aveve rivestito una lunghezza soddisfacente create un cerchio e all’interno del cerchio formate una spirale. A questo punto prendete la parte centrale della spirale e allungatela fino a formare un simpatico alberello.

Provate anche voi e buon divertimento!