Archivi tag: ricette

La leggenda di Jack o’ Lantern e la sua zucca

Jack o’ Lantern e la sua zucca o rapa
Anche noi per Halloween non ci siamo fatti mancare una bella zucca da intagliare e usare come lanterna.
Una delle famose leggende di Halloween è sicuramente quella di origine irlandese di Jack o’Lantern.
Jack era un fabbro molto astuto, ubriacone e bugiardo. Un giorno incontrò il diavolo in un pub e lo convinse in cambio della sua anima, a trasformarsi in una moneta da usare per un’ultima bevuta .
Jack invece di spendere la moneta la mise in tasca accanto ad una croce, così che il diavolo non potesse più trasformarsi.
Dopo molte discussioni il diavolo furioso promise di lasciare in pace Jack per altri dieci anni a patto che lo liberasse.
Allo scadere del decimo anno il diavolo si ripresentò per rivendicare la sua anima, ma Jack molto astuto lo imbrogliò una seconda volta.
Jack convinse il diavolo ad arrampicarsi su un albero per raccogliere una mela. A quel punto Jack disegnò una croce sul tronco e impedì al diavolo di ridiscendere.
Dopo un lungo battibecco, il diavolo promise che avrebbe risparmiato Jack dalla dannazione eterna e che lo avrebbe lasciato libero.
Jack continuò a commettere tante malefatte e il giorno della sua morte la sua anima ovviamente rifiutata in paradiso, si presentò all’inferno. Quando il diavolo vide Jack lo cacciò via tirandogli un pezzo di carbone ardente.
Jack prese il tizzone e lo mise dentro una rapa vuota che aveva con sè. Da quel momento l’anima dannata di Jack vaga con la sua Lanterna (Jack o’Lantern) alla ricerca di un luogo dove trovare pace.
Quando negli anni di emigrazione molti irlandesi si diressero nelle Americhe portarono con sè questa leggenda e probabilmente al posto delle rape cominciarono ad usare le zucche più facilmente reperibili. Usanza che poi lentamente fu introdotta e si diffuse anche in Europa.

Ispirati da questa leggenda, con mio figlio ci siamo divertiti a svuotare e intagliare le nostre zucche.
Con un pò di pazienza abbiamo inciso le parti da tagliare e con un cucchiaio abbiamo svuotato le nostre zucche.

L’occasione è stata ghiotta per preparare insieme una deliziosa Vellutata di Zucca

e decorare la nostra tavola!

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Merken

Come usare l’ Olio di semi di Zucca

Una gustosa alternativa in cucina.

L’olio di semi di Zucca è un olio prodotto dai semi della zucca tostati, il suo colore è di un verde molto intenso e il suo delicato sapore ricorda le nocciole tostate.

olio-di-zucca

Poco conosciuto in Italia, viene usato molto nella cucina Austriaca.
In Austria infatti è chiamato Oro nero
ed è tutelato con il marchio IGP.

Tra gli Olii di zucca più pregiati c’è quello prodotto nella Stiria, una regione austriaca con un particolare microclima.

stiria3

L’olio di semi di zucca è a basso contenuti di grassi.
I semi di zucca sono ricchi di vitamina E e di antiossidanti. Sono un buon aiuto per chi soffre di problemi alla prostata e inoltre abbassano i livelli di colesterolo.

Oltre ad essere un olio salutare il sapore è ottimo.
Io lo uso volentieri in cucina in molte ricette.

Va usato a crudo ed è un’ottima alternativa al nostro buon olio di oliva per condire insalate e verdure.

E’ ottimo sui carpacci di carne affumicata o bresaola.

Un filo a crudo sulla Vellutata di zucca è perfetto.

zucca1

Mio figlio adora il Purè di patate verde con l’olio di semi zucca che noi prepariamo così:

Purè di patate verde

Preparazione

Sbucciate e tagliate le patate del tipo più farinoso a cubetti . Lasciatele bollire fino a che risultano abbastanza morbide.
Scolate bene l’acqua e cominciate a schiacciare le patate con un pò di latte e rimettetele sul fuoco fino a che non risulti un composto cremoso. Togliete dal fuoco aggiungete a picere l’olio di semi di zucca e servite ben calde.

o semplicemente come condimento con del buon formaggio grattuggiato sulla pasta.

E infine per dessert vi propongo del buon gelato alla vaniglia con scaglie di nocciola ed un filo di olio di semi di zucca.

Provatelo!

Cambio di stagione…… Mali di stagione

Ricette con lo Zenzero

Eh si…. siamo al cambio di stagione!

Sicuramente pieno di energia il cambiamento di stagione porta con sé anche un pò di stanchezza.

In questo periodo mi accade di soffrire di mal di gola, raffreddore e sonnolenza.

Un rimedio naturale che uso contro questi “mali di stagione” è lo Zenzero.

I benefici di questa deliziosa radice sono ai molti ancora sconosciuti anche se l’utilizzo si sta sempre più diffondendo.

Lo zenzero è una radice con la polpa bianca giallina di provenienza orientale con tanti effetti benefici per il nostro organismo e deliziosa da usare in cucina.

zenzero

E’ottima per prepare tisane facendo bollire dei pezzetti di radice sbucciati per circa cinque, dieci minuti e dopo averla filtrata aggiungendo a piacere un pò di succo di limone e un cucchiaio di miele.

Oltre a dare un sapore speciale alle zuppe di verdura, regala un tocco particolare alla MIA Vellutata di Zucca…..

Tagliate del porro a rondelle e fatelo soffriggere con del buon olio di oliva sfumando il tutto con del brodo vegetale.

Pulite e tagliate a pezzetti la zucca e aggiungetela nella casseruola. Fate cuocere la zucca per un pò a fuoco moderato, aggiungente dei pezzetti di zenzero e coprite le verdure con il resto del brodo vegetale.

Aggiustate di sale e pepe. Fate cuocere per circa 20 minuti e quando la zucca risulta morbida frullate il tutto con un Mixer ad Immersione
.

Insaporite con la noce moscata.

Infine per renderla cremosa aggiungete un pò di farina di ceci con un setaccio o per i più golosi un pò di panna.

Il tocco finale è servirla con un filo di olio di semi di zucca
a crudo.

Un’altra ricetta dal sapore intenso da abbinare ai formaggi o per i palati speciali da spalmare su una fetta di pane, è la marmellata di limone e zenzero .

Io la preparo lasciando a macerare per un giorno la polpa di quattro limoni biologici in un pò di acqua. Dopo aver cambiato l’acqua faccio cuocere a fuoco lento la polpa del limone, lo zenzero sbucciato e tagliato a piccoli pezzi con lo zucchero e una mela tagliata. Dopo circa 20/30 minuti frullo il tutto e lo lascio cuocere ancora fino a che il composto non risulta abbastanza denso. A questo punto verso la marmellata in vassetti di vetro per il sottovuoto.

Provatela, vi garantisco è una bomba di energia!!

Gli Stuzzichini da paura!

In una festa di compleanno per bambini non bisogna mai perdere di vista un obbiettivo importante per la mamma……. arrivare a fine festa indenne… sopratutto emotivamente.
Quindi la programmazione è importante, cioè: come faccio a tenere occupata una banda di ragazzini scatenati?
Un punto importante da considerare oltre ai giochi e ai divertimenti sono le cibarie come la Torta di compleanno e i vari stuzzichini.

Quindi in una Festa da paura come farsi mancare una torta che ricordasse un castello infestato? o ancora dei gustosissimi panini ripieni di………. guardate un pò…

panini ripieni

P1080754web

stuzzi

Taglio l’erba o mi faccio un’ insalata?

il MIO Laboratorio creativo
il MIO Laboratorio creativo

Ho deciso: “oggi taglio l’erba”…… “ma che strazio !”
Intanto faccio un giro in giardino a controllare la situazione e mi godo un pò di tranquillità….poi vedrò.
La lavanda è una meraviglia, il suo profumo inebriante… è tempo di raccolta…. Voglio aspettare ancora un pò e lasciare che le api si delizino del polline.
I “ciliegini” stanno maturando ma ancora non ci siamo…..al momento abbiamo mangiato un unico pomodorino diviso in tre persone….devo dire che era dolcissimo. Sono quindi fiduciosa.

E il prato?

Continua la lettura di Taglio l’erba o mi faccio un’ insalata?

Fiori di Sambuco

Il Sapore delicato del Sambuco

 

elder-blossoms-2-1624938-639x426

 

 

Siamo ad inizio giugno e gli alberi di Sambuco incominciano a fiorire. Il fiore e il profumo trasmettono una delicatezza che si può assaporare anche negli sciroppi e nelle gelatine.

L’ anno scorso durante la fioritura inebriata dal profumo mi è venuta voglia di fare un pò di sciroppo che ci potesse rinfrescare durante i pomeriggi estivi.

Mi sono un pò documentata e ho raccolto informazioni dalle  “Massaie” che conoscono meglio di ogni altro libro i dettagli e i trucchi di queste preparazioni.

Quindi con mio figlio siamo andati a fare una passeggiata in campagna e abbiamo raccolto in un paniere circa una ventina di corone di fiori.

Soddisfatti del nostro bottino li abbiamo messi in una bacinella con un litro di acqua, un kilo di zucchero e la buccia di tre limoni non trattati di uno spessore di circa 1cm.

Abbiamo lasciato macerare i fiori nell’acqua zuccherata per tre giorni e mescolato il tutto 1/2 volte al giorno per sciogliere completamente lo zucchero. Dopodichè abbiamo filtrato lo sciroppo con un panno e riempito le bottiglie.

Io lo servo in una caraffa di vetro con acqua, ghiaccio e qualche rametto di melissa e devo dire che è davvero delizioso e rinfrescante.

Tra le varie ricerche ho scoperto che i fiori si possono anche friggere…..chissà forse proverò. Nel frattempo durante i MIEI pomeriggi estivi mi rinfresco con questa deliziosa bevanda.

Provate!!!!

Salva

Dolci

Non avrei mai pensato, prima di diventare mamma, che i bambini potessero mettere alla prova anche la creatività.

Ne ho avuto conferma quando con mio figlio abbiamo deciso di organizzare e inventare la sua festa di compleanno….    Il Giungla Party …. appunto.

Dopo gli inviti e le decorazioni il punto successivo della lista erano i dolci.

Volevo fare dei dolci che avrei potuto portare anche all’asilo…qualcosa di semplice e goloso ………..

Muffin al cioccolato!!

ho trovato questa ricetta veloce:

(ricetta per circa 12 muffin)

Farina tipo 00 300 g
Cacao in polvere amaro 70 g
Zucchero 300 g
Burro a temperatura ambiente 150 g
Cioccolato fondente 100 g
Uova a temperatura ambiente (circa 4) 220 g
Latte intero a temperatura ambiente 180 g
Lievito chimico in polvere 6 g
Bicarbonato 2 g

 

Per preparare i muffin al cioccolato cominciate mescolando il burro ammorbidito e lo zucchero fin quando non è diventato una massa morbida.

Poi unite le uova a temperatura ambiente e leggermente sbattute un po’ alla volta e continuate ad amalgamare il tutto.

Nel frattempo aggiungete con un setaccio la farina ed il cacao, infine il bicarbonato e il lievito, cercando di inserire le polveri solo dopo che le precedenti siano completamente assorbite nel composto.

A questo punto si può aggiungere il latte e infine i pezzetti di cioccolato tagliati a quadretti.

Versate l’impasto negli stampi per muffin e cuocete in forno preriscaldato ed in modalità statica a 180° per 28-30 minuti, facendo la prova stecchino per verificarne la cottura.

Per le decorazioni divertitevi con tanta fantasia e la glassa colorata……..

dolci 1 web

…….. quasi quasi senza aspettare il prossimo compleanno …