Le lanterne di San Martino

Martino di Tours era un soldato vissuto nel IV secolo. La leggenda racconta che una notte gelida mentre Martino rientrava in caserma, incontrò un mendicante seminudo. Desideroso di aiutarlo cercò delle monete d’oro da potergli dare. Non avendone con sè, potè solo prendere il suo mantello tagliarlo in due e cederne la metà al poverino.
La notte quando Martino si addormentò sognò Gesù che lo ringraziò per il suo generoso gesto. Al suo risveglio il mantello era di nuovo intatto e Martino sentì chiaramente che non voleva più restare soldato ma seguire una nuova vita dedita al dialogo e all’altruismo. Lasciò i suoi averi, rinunciò alla sua posizione e intraprese il suo percorso religioso.
Questo atto di generosità e altruismo viene festeggiato e insegnato ai bambini con la festa delle lanterne.
Le lanterne infatti ricordano la fiaccolata che accompagnò il feretro del Santo a Tours.
Nel nord Europa è tradizione che i bambini costruiscano delle Lanterne da portare per la fiaccolata del 11 Novembre. La fiaccolata accompagnata dalle canzoni intonate dai bambini spesso passa vicino a case di riposo o centri per anziani.
Questa tradizione, fino qualche anno fa a me sconosciuta, piace molto. Trovo tenero vedere molti anziani e non solo, che scendono in strada, accompagnano i cori dei bambini…. e ritornano a loro volta un pò bambini.

Creare delle lanterne per San Martino è una attività facile e per questo adatta ai bambini. Basta procurarsi della carta velina colorata, del cartoncino un pò più rigido, del fil di ferro e un bastoncino di legno dove appendere la lanterna.
Scegliete un tema o motivo che vi piace e con un pò di fantasia potete realizzare delle lanterne molto carine.

qui ci sono alcuni esempi…..

lanterna-con-i-pesci

Questa lanterna con i pesci è stata realizzata ritagliando delle cornici dove è stata applicata della carta velina e decorata con dei simpatici pesci colorati.

funghetti-lanterna

A questa versione autunnale molto semplice sono stati applicati dei funghetti colorati e rifinita con pezzetti di legno, foglie e pigne.

lanterna-elefante

Questo elefante è di una semplicità sorprendente. Basta prendere un palloncino di plastica, gonfiarlo e attaccare dei pezzetti di carta velina con la colla. Quando la colla è asciutta sgonfiate il palloncino e rifinitelo con una proboscite di carta e un paio di orecchie a sventola fatte con del cartoncino colorato.
Nello stesso modo si possono realizzare tantissimi altri animaletti.

Non vi dimenticate di mettere un lumino dentro la Lanterna, in commercio ne esistono a batterie così da evitare che con le candele vere la lanterna prenda fuoco.

laterna-astronave-2

La nostra super astronave pronta a decollare per lo spazio….

Per chi non avesse voglia di cercare tutti gli “ingredienti” esistono anche dei kit pronti in vendita che ognuno può personalizzare a piacimento usando un ingrediente che comunque non è possibile vendere……la fantasia!

Come attirare uccellini, insetti e piccoli mammiferi nel vostro giardino

Come fare per attirare gli uccellini, insetti e piccoli mammiferi nel vostro giardino.

Il Birdgarden o giardino degli uccelli è uno spazio aperto pensato e realizzato per attirare uccelli, insetti e piccoli mammiferi.

Questa attività all’aria aperta è un ottimo spunto per avvicinare i bambini alla natura, insegnargli il rispetto delle biodiversità e muovere i primi passi nell’osservazione naturalistica.

Non è neccessario avere un giardino, si può realizzare un Birdgarden di tutto rispetto anche in un cortile o addirittura in un balcone.
Per poterlo fare è importante la scelta delle piante giuste ed alcuni accorgimenti così da poter attirare gli uccelli, gli insetti e anche alcuni piccoli mammiferi.

Create l’ambiente adatto che offra riparo e cibo.
Le siepi con piante a bacche sono ottime per gli uccelli in quanto offrono riparo, possono essere un ottimo luogo per nidificare e offrire cibo.

Le erbe aromatiche oltre ad essere belle attirano quegli insetti fondamentali per l’impollinazione delle piante e per l’equilibrio armonioso del microcosmo del vostro giardino.

E’ importante non dimenticarsi di una fonte d’acqua dove gli uccelli possono bere e lavarsi. Va posizionata in maniera che possa essere facilmente raggiungibile e circondata da pietre o altri materiali dove gli uccelli possano poggiarsi.

Mettete una mangiatoia dove si possano nutrire nel periodo invernale, che sia appesa così da non attirare altri tipi di uccelli indesiderati come i piccioni.

Volendo potete appendere alle pareti esterne una “Batcave” o rifugio per i pipistrelli utilissimi per ridurre la presenza di zanzare.

Grazie a questo interessante progetto, con MIO figlio abbiamo preso lo spunto per realizzare una coloratissima casa per gli uccellini, una mangiatoia e un hotel a cinque stelle per gli insetti.

Con un pò di attrezzatura, legno e pazienza abbiamo costruito una casa per gli uccellini da appendere in anticipo in un posto riparato, così che possa destare l’interesse di qualche nuova coppia per la prossima stagione degli amori.

L’hotel degli insetti è stato ricavato da una piccola cassetta di legno.

hotel-insetti-2

o semplicemente

hotel-farfalla

Il feeder per gli uccellini è stato fatto con dei pezzetti di legno raccolti nel bosco.

feeder-per-uccellini

Se non avete il tempo e le attrezzature per realizzarli per conto vostro potete trovarli già pronti da acquistare o meglio da assemblare e decorare con i bambini.

Qui di seguito nè ho scelti alcuni per voi.

Casetta per gli uccellini, da assemblare

un’altra alternativa per divertirvi con i bambini è questa

Mini casette per uccellini in legno per bambini

Per quanto riguarda le mangiatoie ritengo che le migliori siano quelle in legno, aperte e da appendere, così da evitare che diventino un comodo approdo per i piccioni.

Mangiatoia Made in Italy 100% per uccellini selvatici

Gli Hotel per gli insetti da poter assemblare con i bambini

Hotel Dell’insetto Fai Da Te

e infine non possiamo tralasciare una cassetta per i pipistrelli utili a ridurre il numero delle zanzare

Bat Box da parete made in Italy 100%

Giochiamo con il vento

Il vento
Arriva il vento. Che pazzerello!
Vedi? E’ sgarbato come un monello.
Strappa il giornale che tieni in mano;
manda i cappelli lontan lontano.
Tu devi correre fino laggiù,
ma il tuo cappello corre di più.
Intanto il vento, con mano lesta,
fa il parrucchiere sulla tua testa;
e se, per caso, apri l’ombrello,
ti spazza via, presto, anche quello.
Ma che puoi farci? Non t’arrabbiare:
è un birichino e vuol giocare!
(Gianni Rodari)

aquilone2

Arriva il vento, arriva il tempo degli aquiloni.

Gli aquiloni inventati in Cina per scopi scientifici e militari, sono oggi una delle avventure più affascinanti per grandi e bambini.

Di semplice costruzione, possono essere realizzati con diversi motivi e colori.

Dalle nostre parti tutti gli anni viene organizzato un bellissimo raduno di aquiloni per bambini e con MIO figlio ne abbiamo costruito uno per l’occasione.

Che emozione stare con il naso all’insù e ammirare il cielo pieno di farfalle, pipistrelli, aquile, aerei, arcobaleni, fiori e……….ancora di più.
Trascorrere una giornata spensierata all’aria aperta, risvegliare sensazioni lontane, rivivere un tempo lontano ….è qualcosa che non ha prezzo.

Costruitene uno in più anche per voi mamme e papà così da giocare con il vento e tornare bambini con i vostri bambini.

Come costruire un aquilone

Ecco cosa vi serve per costruire il classico aquilone a diamante:

– 1 foglio di carta da lucido
– 1 metro
– 1 riga
– attrezzi per tagliare: forbici, tronchesine, taglierino
– colla vinilica
– colori
– ago da cucito
– 1 bacchetta di legno spessa 0,5 cm e lunga 1 metro
– spago e filo da pesca o di seta
– 7/10 metri di filo di lino (o altro filo sottile e robusto, tipo nylon da pescatore)

-Costruite il Telaio. Incrociate e fissate con un pò di spago due bacchette, una da 40 cm e una da 60 cm.

-Fate delle piccole incisioni all’estremità delle bacchette e fateci passare dello spago avvolgendolo ad ogni estremità.

-Prendete un foglio di carta da lucido o carta da disegno e mettetelo sopra il telaio e disegnate la forma a rombo dell’aquilone a 1 cm di distanza dalle estremità delle bacchette di legno.

-Dopodichè ritagliate la sagoma e decoratela a piacimento.

-Rimettete il foglio sul telaio e piegatelo in modo che nella piega sia inglobato il filo. Chiudete i bordi e lo spago con la colla e rinforzate le estremità con altra carta da lucido.

-Tagliate quattro fili che congiungerete insieme a croce e fissate le estremità al telaio.

-Tagliate un filo abbastanza lungo e fissatelo alla giuntura centrale dei quattro fili che sono stati fissati in precedenza al telaio.

-Rifinite l’aquilone con una coda….serve per abbellirlo e per stabilizzare il volo.

e infine lasciatelo volare e giocate con il vento…..

Come creare un Birdgarden ovvero un Giardino per gli uccelli

Progettare un Birdgarden

Birdgardening significa progettare pensare e realizzare uno spazio verde, un cortile o anche un balcone, con la capacità di accogliere biodiversità in armonia con la natura.

Ho trovato molto interessante questo argomento dal quale è possibile avere molti spunti per idee da realizzare con i bambini.

Tre aspetti fondamentali per un Birdgarden sono :

Il tipo di vegetazione.

La scelta delle piante.

Evitare la potatura durante la primavera e l’estate ma sopratutto l’utilizzo di antiparassitari e concimi chimici.

Gli uccelli hanno bisogno di riparo dai predatori, posti tranquilli dove poter nidificare e protezione dalle avversità metereologiche.
Alberi ad alto fusto, gli arbusti da bacca , le siepi, i pergolati con i rampicanti o muretti di roccia a secco offrono questi tipi di riparo.

In un balcone possiamo creare dei pergolati per i rampicanti, posizionare dei vasi con erbe aromatiche, con piante da siepe e vari fiori colorati.

In giardino è opportuno lasciare un angolo di prato naturale, senza togliere le erbacce e senza tagliarlo, in quanto molti uccelli possono costruire il nido e trovare il cibo. Inoltre un prato naturale attira le farfalle.

E’ importante una fonte d’acqua dove gli uccelli possono abbeverarsi e fare il bagno.

Potete appendere delle mangiatoie a dei rami, è importante che dondolino così da non incoraggiare l’arrivo dei piccioni. In inverno appendete in posti sicuri, a distanza di sicurezza da gatti o cani, dei nidi aperti o chiusi.

Nel Birdgarden c’è posto non solo per gli uccelli ma anche per altre biodiverità quali insetti, coleotteri, farfalle, anfibi e piccoli mammiferi, ognuno con un ruolo fondamentale in natura.

La gran parte delle piante dipende dagli insetti che ne impollinano i fiori. Le api solitarie, i bombi e le osmie sono tra i migliori impollinatori e non sono agressivi per l’uomo.

Le farfalle si nutrono di foglie di ortica, finocchio selvatico o luppolo.

Tra i coleotteri le simpatiche coccinelle si nutrono di afidi e vanno in letargo in crepe e fessure o sotto le lettiere di foglie.

I pipistrelli sono utilissimi a regolare il numero delle zanzare e si nutrono di insetti.

Le libellule, le rane e il rospo comune vivono vicino all’acqua.

Se siete anche voi interessati all’argomento e volete approffondire vi consiglio questa guida :

Infine sedetevi comodamente e godetevi lo spettacolo.

Come usare l’ Olio di semi di Zucca

Una gustosa alternativa in cucina.

L’olio di semi di Zucca è un olio prodotto dai semi della zucca tostati, il suo colore è di un verde molto intenso e il suo delicato sapore ricorda le nocciole tostate.

olio-di-zucca

Poco conosciuto in Italia, viene usato molto nella cucina Austriaca.
In Austria infatti è chiamato Oro nero
ed è tutelato con il marchio IGP.

Tra gli Olii di zucca più pregiati c’è quello prodotto nella Stiria, una regione austriaca con un particolare microclima.

stiria3

L’olio di semi di zucca è a basso contenuti di grassi.
I semi di zucca sono ricchi di vitamina E e di antiossidanti. Sono un buon aiuto per chi soffre di problemi alla prostata e inoltre abbassano i livelli di colesterolo.

Oltre ad essere un olio salutare il sapore è ottimo.
Io lo uso volentieri in cucina in molte ricette.

Va usato a crudo ed è un’ottima alternativa al nostro buon olio di oliva per condire insalate e verdure.

E’ ottimo sui carpacci di carne affumicata o bresaola.

Un filo a crudo sulla Vellutata di zucca è perfetto.

zucca1

Mio figlio adora il Purè di patate verde con l’olio di semi zucca che noi prepariamo così:

Purè di patate verde

Preparazione

Sbucciate e tagliate le patate del tipo più farinoso a cubetti . Lasciatele bollire fino a che risultano abbastanza morbide.
Scolate bene l’acqua e cominciate a schiacciare le patate con un pò di latte e rimettetele sul fuoco fino a che non risulti un composto cremoso. Togliete dal fuoco aggiungete a picere l’olio di semi di zucca e servite ben calde.

o semplicemente come condimento con del buon formaggio grattuggiato sulla pasta.

E infine per dessert vi propongo del buon gelato alla vaniglia con scaglie di nocciola ed un filo di olio di semi di zucca.

Provatelo!

Progetti di Birdgardening ovvero “il giardino degli uccelli”

Ehh si l’autunno stà arrivando pieno di cambiamenti. In poche settimane tutto ciò che era nel massimo rigoglio comincierà a vestirsi con le calde tonalità autunnali per partecipare alla grandiosa festa di stagione, preludio del meritato riposo invernale.

Adoro l’autunno, invita alla contemplazione. Ti chiede di fermarti e di osservare cosa è capace ogni giorno di dipingere per te. La creatività che la natura è capace di esprimere in questo periodo dell’anno è per me fonte di grande ispirazione.

Starei per ore alla finestra assorta ad osservare tutto ciò che accade nel MIO giardino.

Appesa ad un grosso ramo di Lilla c’è una piccola mangiatoia di legno per gli uccellini che mio figlio ed io abbiamo assemblato l’anno scorso.

Il viavai nel nostro piccolo ristorante sul l’albero è frenetico, offriamo sementi di ogni tipo anche per i becchi più raffinati, palline di grasso con semi di girasole per le tenere cinciallegre e spesso ospitiamo un cliente speciale…. un simpatico e furbo scoiattolo che ha imparato con una zampata a butture giù i semi per poi andarseli a sgranocchiare in tutta tranquillità.

Anche mio figlio adora osservare questo “caos armonioso” e curioso di conoscere i nostri ospiti ha chiesto un libro da dove poter imparare il nome delle varie specie.
Tra i tanti che ci sono ve ne consiglio alcuni molto interessanti:

un atlante con classificazione, cartine e immagini dei vari uccelli,

Guida degli uccelli d’Europa. Atlante illustrato a colori

e una piccola guida per realizzare dei progetti interessanti di Birdgardening,

Birdgardening. Come realizzare il giardino degli uccelli

dei quali vi racconterò…….

Cambio di stagione…… Mali di stagione

Ricette con lo Zenzero

Eh si…. siamo al cambio di stagione!

Sicuramente pieno di energia il cambiamento di stagione porta con sé anche un pò di stanchezza.

In questo periodo mi accade di soffrire di mal di gola, raffreddore e sonnolenza.

Un rimedio naturale che uso contro questi “mali di stagione” è lo Zenzero.

I benefici di questa deliziosa radice sono ai molti ancora sconosciuti anche se l’utilizzo si sta sempre più diffondendo.

Lo zenzero è una radice con la polpa bianca giallina di provenienza orientale con tanti effetti benefici per il nostro organismo e deliziosa da usare in cucina.

zenzero

E’ottima per prepare tisane facendo bollire dei pezzetti di radice sbucciati per circa cinque, dieci minuti e dopo averla filtrata aggiungendo a piacere un pò di succo di limone e un cucchiaio di miele.

Oltre a dare un sapore speciale alle zuppe di verdura, regala un tocco particolare alla MIA Vellutata di Zucca…..

Tagliate del porro a rondelle e fatelo soffriggere con del buon olio di oliva sfumando il tutto con del brodo vegetale.

Pulite e tagliate a pezzetti la zucca e aggiungetela nella casseruola. Fate cuocere la zucca per un pò a fuoco moderato, aggiungente dei pezzetti di zenzero e coprite le verdure con il resto del brodo vegetale.

Aggiustate di sale e pepe. Fate cuocere per circa 20 minuti e quando la zucca risulta morbida frullate il tutto con un Mixer ad Immersione
.

Insaporite con la noce moscata.

Infine per renderla cremosa aggiungete un pò di farina di ceci con un setaccio o per i più golosi un pò di panna.

Il tocco finale è servirla con un filo di olio di semi di zucca
a crudo.

Un’altra ricetta dal sapore intenso da abbinare ai formaggi o per i palati speciali da spalmare su una fetta di pane, è la marmellata di limone e zenzero .

Io la preparo lasciando a macerare per un giorno la polpa di quattro limoni biologici in un pò di acqua. Dopo aver cambiato l’acqua faccio cuocere a fuoco lento la polpa del limone, lo zenzero sbucciato e tagliato a piccoli pezzi con lo zucchero e una mela tagliata. Dopo circa 20/30 minuti frullo il tutto e lo lascio cuocere ancora fino a che il composto non risulta abbastanza denso. A questo punto verso la marmellata in vassetti di vetro per il sottovuoto.

Provatela, vi garantisco è una bomba di energia!!

Come preparare le galline ripiene

Quello che vi vorrei proporre oggi è una ricetta per
preparare delle galline ripiene un pò speciali.

Vi domanderete perchè mai la MIA ricetta è speciale?

Lasciatemi spiegare….

Per preparare le mie galline ripiene dovete procurarvi i seguenti ingredienti:

Scampoli di stoffa colorata
in tinta unita o con motivi non troppo leggera.

Fogli in Feltro

Noccioli di ciliegia
o altri frutti.

Fiori di lavanda essiccati.

Ago, filo e un pò di passione per la creatività.

Tagliate gli scampoli di stoffa a forma di un triangolo abbastanza grande. Piegate gli angoli del triangolo e cercate così di costruire una piramide o per l’esattezza un prisma triangolare che con ago e filo chiuderete ai lati lasciandone uno solo aperto.
Sul lato aperto fate uscire alla base due fili dove attaccherete due piccoli cerchi di feltro per le zampe. Mentre per il becco e la cresta tagliate un altro pezzetto di feltro che cucirete al momento di chiudere la gallina.

galline-rip3

Potete riempire le galline con del cotone oppure come ho fatto io con i noccioli puliti delle ciliegie e con la lavanda essiccata.

Volendo è possibile riscaldarle in forno o al microonde e farle diventare dei diffusori profumati naturali.

E’ un’idea deco per la casa carina e veloce da realizzare…. buon divertimento!

galline-rip2

galline-rip

PS: un grazie speciale a una persona speciale….Grazie Maria!

dove esprimo il mio modo di essere con fantasia