Come creare un Birdgarden ovvero un Giardino per gli uccelli

Come creare un Birdgarden ovvero un Giardino per gli uccelli

Progettare un Birdgarden

Birdgardening significa progettare pensare e realizzare uno spazio verde, un cortile o anche un balcone, con la capacità di accogliere biodiversità in armonia con la natura.

Ho trovato molto interessante questo argomento dal quale è possibile avere molti spunti per idee da realizzare con i bambini.

Tre aspetti fondamentali per un Birdgarden sono :

Il tipo di vegetazione.

La scelta delle piante.

Evitare la potatura durante la primavera e l’estate ma sopratutto l’utilizzo di antiparassitari e concimi chimici.

Gli uccelli hanno bisogno di riparo dai predatori, posti tranquilli dove poter nidificare e protezione dalle avversità metereologiche.
Alberi ad alto fusto, gli arbusti da bacca , le siepi, i pergolati con i rampicanti o muretti di roccia a secco offrono questi tipi di riparo.

In un balcone possiamo creare dei pergolati per i rampicanti, posizionare dei vasi con erbe aromatiche, con piante da siepe e vari fiori colorati.

In giardino è opportuno lasciare un angolo di prato naturale, senza togliere le erbacce e senza tagliarlo, in quanto molti uccelli possono costruire il nido e trovare il cibo. Inoltre un prato naturale attira le farfalle.

E’ importante una fonte d’acqua dove gli uccelli possono abbeverarsi e fare il bagno.

Potete appendere delle mangiatoie a dei rami, è importante che dondolino così da non incoraggiare l’arrivo dei piccioni. In inverno appendete in posti sicuri, a distanza di sicurezza da gatti o cani, dei nidi aperti o chiusi.

Nel Birdgarden c’è posto non solo per gli uccelli ma anche per altre biodiverità quali insetti, coleotteri, farfalle, anfibi e piccoli mammiferi, ognuno con un ruolo fondamentale in natura.

La gran parte delle piante dipende dagli insetti che ne impollinano i fiori. Le api solitarie, i bombi e le osmie sono tra i migliori impollinatori e non sono agressivi per l’uomo.

Le farfalle si nutrono di foglie di ortica, finocchio selvatico o luppolo.

Tra i coleotteri le simpatiche coccinelle si nutrono di afidi e vanno in letargo in crepe e fessure o sotto le lettiere di foglie.

I pipistrelli sono utilissimi a regolare il numero delle zanzare e si nutrono di insetti.

Le libellule, le rane e il rospo comune vivono vicino all’acqua.

Se siete anche voi interessati all’argomento e volete approffondire vi consiglio questa guida :

Infine sedetevi comodamente e godetevi lo spettacolo.

Anna Maria

Mi presento sono Anna Maria Vivo all`estero da alcuni anni con la mia famiglia. Adoro tutto cio che ha a che fare con la creativita e le cose belle. Credo che ognuno abbia la potenzialità di essere creativo e nel farlo non necessariamente debba mirare alla perfezione. Nel MIO Laboratorio lavoro con me stessa cercando di creare qualcosa di bello e di valore nel mio quotidiano. Spero di poter condividere con voi idee e nuove ispirazioni...... SEGUITEMI...

Related Posts

Hotel per gli insetti

Hotel per gli insetti

il mio augurio

il mio augurio

idee natalizie per bambini… con foglie secche.

idee natalizie per bambini… con foglie secche.

Prepariamoci al Natale con la Corona dell’Avvento

Prepariamoci al Natale con la Corona dell’Avvento